Pinna Nobilis e Haplosporidium Pinnae

Durante una immersione sottocosta con le bombole in un fondale di circa venti metri di sabbia e roccia, ho trovato un esemplare di Nacchera, Pinna Nobilis, probabilmente affetto dal parassita Haplosporidium Pinnae. Il video è stato girato nella costa tra Livorno e Castiglioncello. Noble Pen Shell Pinna Nobilis Haplosporidium Pinnae intotheblue.it

Pinna Nobilis e Haplosporidium Pinnae intotheblue.it
Pinna Nobilis e Haplosporidium Pinnae intotheblue.it

Pinna nobilis (Linnaeus 1758), comunemente nota come nacchera, pinna comune, cozza penna o stura, è il più grande bivalve presente nel Mar Mediterraneo. Può raggiungere un metro di lunghezza. La sua raccolta è vietata. In ogni caso, trattandosi di un mollusco filtratore, è estremamente rischioso mangiarlo in quanto accumula assorbendoli dal mare grandi quantità di inquinanti e patogeni. Per questo motivo è stato utilizzato come indicatore dell’inquinamento marino.

Pinna Nobilis e Haplosporidium Pinnae intotheblue.it
Pinna Nobilis e Haplosporidium Pinnae intotheblue.it

Le minacce alla sopravvivenza della Pinna Nobilis sono tante, primo su tutti l’inquinamento marino che ne compromette lo sviluppo dello stadio larvale, il prelievo dell’uomo a scopo ornamentale e la pesca con metodi invasivi, come la pesca a strascico ne stanno favorendo la sua scomparsa. Noble Pen Shell Pinna Nobilis Haplosporidium Pinnae intotheblue.it

Ad oggi la Pinna Nobilis deve combattere anche con un parassita, Haplosporidium Pinnae, un microbatterio, un antozoo del genere Haplosporidium che causa una malattia praticamente mortale per questo mollusco bivalve.

Pinna Nobilis e Haplosporidium Pinnae intotheblue.it
Pinna Nobilis e Haplosporidium Pinnae intotheblue.it

Haplosporidium Pinnae si è diffuso ormai in gran parte del Mar Mediterraneo, dalle coste spagnole al Tirreno centrale fino a Cipro, dove si sono registrate epidemie di Pinna Nobilis morte o moribonde.

Questo parassita interferisce con i processi vitali e praticamente rende impossibile la chiusura delle valve della conchiglia. La speranza è che alcuni esemplari che vivono in aree isolate riescano a stare lontani dal contagio, in modo da preservare questo importante mollusco. L’ epidemia è esplosa nel 2016 ed è ormai arrivata a minacciare gli esemplari dei nostri mari.

Pinna Nobilis e Haplosporidium Pinnae intotheblue.it
Pinna Nobilis e Haplosporidium Pinnae intotheblue.it

Nel video non si vede molto bene ma ho provato a girare intorno all’ animale e a toccarlo, per cercare una qualche reazione di difesa che però non c’è stata. Di solito le nacchere chiudono le valve al primo segno di pericolo o presenza di un intruso. Questo fa pensare che ormai questo parassita è più diffuso di quanto ci si aspettasse.

Pinna Nobilis and Haplosporidium Pinnae
Pinna Nobilis e Haplosporidium Pinnae intotheblue.it

 

This slideshow requires JavaScript.

(Visited 36 times, 1 visits today)

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT