Acetabularia acetabulum

In questo video siamo nelle acque davanti l’ Isola di Tuaredda in Sardegna, una delle spiagge più belle del Mar Mediterraneo e per qualcuno una delle più belle del mondo. Mentre facevo snorkeling tra queste acque limpidissime mi sono imbattuto in un lungo tubo in PVC adagiato sul fondale, arrivato lì chissà come. Ombrellino di mare alga a ombrello acetabularia acetabulum Intotheblue.it

Alga Acetabularia acetabulum Ombrellino di mare - Alga a ombrello intotheblue.it
Acetabularia acetabulum Ombrellino di mare – Alga a ombrello intotheblue.it

Di solito tutto ciò che viene lasciato in mare dall’uomo viene colonizzato dagli organismi marini in pochi anni, e questo relitto di plastica sembra trovarsi lì da non molto, visto che a parte un riccio, qualche ostrica e qualche patella è praticamente ancora non colonizzato, tranne che per la Acetabularia acetabulum, l’Alga a Ombrello o Ombrellino di Mare.

Quest’ alga è abbastanza comune nel Mediterraneo, e siamo abituati a vederla nei bassi fondali rocciosi insieme ad altre alghe e organismi marini. In questo caso è curioso vedere come sia stato uno dei primi organismi a colonizzare questo relitto per tutta la sua lunghezza.

Alga Acetabularia acetabulum Ombrellino di mare - Alga a ombrello intotheblue.it
Alga Acetabularia acetabulum Alga a ombrello intotheblue.it

Acetabularia J.V.Lamour., 1812 è un genere di alghe della famiglia delle Polyphysaceae, diffusa nelle acque delle zone temperate calde e subtropicali compreso il mar Mediterraneo dove è presente la specie Acetabularia acetabulum.

Descrizione
L’acetabularia è un organismo unicellulare, ma di dimensioni molto grandi e complesso nella forma, caratteristiche che ne fanno un modello eccellente per lo studio della biologia cellulare.

Alga Acetabularia acetabulum Ombrellino di mare - Alga a ombrello intotheblue.it
Alga Acetabularia acetabulum Ombrellino di mare – Alga a ombrello intotheblue.it

Nella forma, l’acetabularia assomiglia alle foglie rotonde di un nasturzio, con un’altezza compresa tra 0,5 e 10 cm e con tre parti anatomiche: un rizoide in fondo che assomiglia a delle radici molto corte, un lungo stelo al centro, ed in cima un ombrello di rami che può fondersi in un cappello. Il nucleo dell’acetabularia è localizzato nel rizoide, e permette alla cellula di rigenerarsi completamente se il cappello viene rimosso. I cappelli di due diverse cellule di acetabularia possono anche essere scambiati, anche tra due specie diverse.

Una particolarità dell’ acetabularia, meglio conosciuta come ombrellino di mare, è che a fine autunno perde l’ombrello che però si rigenera a primavera.

https://en.wikipedia.org/wiki/Acetabularia_acetabulum

https://it.wikipedia.org/wiki/Acetabularia

 

(Visited 11 times, 1 visits today)

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT