Le prede del polpo

Continua la serie di video sul polpo ed il suo comportamento. Siamo su un fondale di roccia e detriti a circa 52 metri di profondità. Esplorando il fondale abbiamo incontrato un polpo all’ingresso della sua tana. Ci siamo accorti della sua presenza grazie alla lisca di un pesce lasciata proprio nelle vicinanze.

Le prede del polpo-The prey of the octopus-intotheblue.it
Le prede del polpo-The prey of the octopus-intotheblue.it

Il polpo è un eccellente predatore e grazie alle sue doti: intelligenza, furbizia e mimetismo è in grado di cacciare anche prede più grandi di lui. In questo caso è difficile capire quale fosse stata la sua preda, dal momento che è rimasta praticamente solo la lisca del pesce! Si può solo dedurre che fosse stato un pesce abbastanza grande, almeno pari alle dimensioni del polpo stesso.

Le prede del polpo-The prey of the octopus-intotheblue.it
Le prede del polpo-The prey of the octopus-intotheblue.it

Una volta catturata la preda e avvolta trai tentacoli il polpo di solito porta la sua cattura vicino alla sua tana o comunque in un luogo dove possa divorarla con tutta calma. Grazie alla sua bocca, praticamente un “becco” (il rostro) potente e affilato, il polpo sminuzza e spolpa il suo pasto in pochissimi minuti. Tuttavia i polpi usano quest’arma solo per procurarsi il cibo e mangiare velocemente il proprio pasto.

Quasi mai usano il rostro per difendersi e per sfuggire da un predatore, avendo armi molto più efficaci come la mimetizzazione e l’inchiostro che usano per confondere e distrarre i predatori per poi fuggire con tutta calma.

Le prede del polpo-The prey of the octopus-intotheblue.it
Le prede del polpo-The prey of the octopus-intotheblue.it

Il Polpo è un mollusco cefalopode molto diffuso nei bassi fondali, non oltre i 200 metri. Preferisce i substrati aspri, rocciosi, perché ricchi di nascondigli, fessure e piccole caverne in cui nascondersi: l’assenza di endo- ed esoscheletro gli permette di prendere qualsiasi forma, e di passare attraverso cunicoli molto stretti. Presente in tutti i mari e gli oceani, è molto diffuso anche nel Mar Mediterraneo. Nel Mediterraneo viene pescato principalmente in due diversi periodi dell’anno: da settembre a dicembre (in buone quantità, seppur ancora di piccola taglia) e da maggio a luglio (periodo nel quale è di taglia più grossa).

https://it.wikipedia.org/wiki/Octopus_vulgaris

This slideshow requires JavaScript.

(Visited 42 times, 1 visits today)

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

%d bloggers like this: