Medusa luminosa viola - Pelagia noctiluca

Come in tutte le estati anche quest’ anno è arrivata la Pelagia noctiluca, Medusa luminosa o Medusa viola. Questa nel video la abbiamo incontrata dopo una forte mareggiata e al momento nuotava solitaria sotto costa in un mare turchese tipico del dopo mareggiata, dove l’acqua ancora risulta ancora torbida e la visibilità quindi molto limitata. In questi casi quindi è meglio dotarsi di una maschera per evitare spiacevoli incontri con queste meduse fortemente urticanti.

Medusa luminosa viola Pelagia noctiluca Mauve stinger-intotheblue.it
Medusa luminosa viola Pelagia noctiluca Mauve stinger-intotheblue.it

Solitamente le meduse viola di questa specie vivono in branchi di molti esemplari tutti allo stesso stadio del ciclo di vita, quando spinte dalle correnti verso le coste possono costituire un problema per la balneazione e le persone. La Pelagia noctiluca infatti è una delle poche meduse che presenta cellule urticanti su tutta la superfice dell’ animale, al contrario delle altre specie che solitamente hanno solo i tentacoli urticanti.

Medusa luminosa viola Pelagia noctiluca Mauve stinger-intotheblue.it
Medusa luminosa viola Pelagia noctiluca Mauve stinger-intotheblue.it

La Pelagia noctiluca inoltre e praticamente quasi trasparente ed è difficilissimo vederla in acqua senza maschera o occhiali da nuoto. Infine oltre ai classici cinque tentacoli principali possiede dei piccoli tentacoli secondari molto lunghi e molto sottili che la medusa estroflette per parecchie decine di centimetri per catturare il cibo.

Medusa luminosa viola Pelagia noctiluca Mauve stinger-intotheblue.it
Medusa luminosa viola Pelagia noctiluca Mauve stinger-intotheblue.it

Pelagia noctiluca è una medusa della famiglia Pelagiidae e l’unica specie attualmente riconosciuta nel suo genere. È tipicamente conosciuto in inglese come Mauve stinger (“pungiglione malva”). In greco pelagia significa “(lei) del mare”, da pelagos “mare, mare aperto”; in latino nocti è la forma combinata di nox “notte” e lux significa luce; quindi, Pelagia noctiluca può essere descritta come un organismo marino con la capacità di brillare al buio (bioluminescenza).

Si trova in tutto il mondo nei mari tropicali e temperati caldi, anche se si sospetta che le registrazioni al di fuori della regione del Nord Atlantico, che comprende il Mediterraneo e il Golfo del Messico, rappresentino specie strettamente correlate ma attualmente non riconosciute.

Medusa luminosa viola Pelagia noctiluca Mauve stinger-intotheblue.it
Medusa luminosa viola Pelagia noctiluca Mauve stinger-intotheblue.it

Una specie abbastanza piccola e dai colori variabili, sia i suoi tentacoli che (insolito tra le meduse) la campana sono ricoperti di cellule urticanti. Gli episodi di puntura sono comuni, dolorosi e i sintomi possono continuare per un tempo considerevole dopo l’incontro, ma generalmente non sono pericolosi.

Quando un gran numero di questa specie oceanica viene trascinato a riva, l’economia locale può essere compromessa perché i turisti evitano le spiagge e i pescatori vengono punti mentre cercano di recuperare le reti, che possono essere intasate dalle meduse. Inoltre, sciami di Pelagia noctiluca sono stati registrati spazzando via interi allevamenti ittici. Per questo motivo è diventata una delle specie di meduse più studiate.

https://en.wikipedia.org/wiki/Pelagia_noctiluca

Gallery

This slideshow requires JavaScript.

(Visited 70 times, 2 visits today)

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

%d bloggers like this: