Troppe le reti perse

L’ ambiente marino risente di ogni genere di inquinamento provocato da sempre dalle attività umane, ma a partire dall’ era industriale sino ai giorni nostri si è sviluppato in modo esponenziale al punto che forse possiamo considerare di non ritorno. Una attività umana a diretto contatto con il mare è sicuramente la pesca professionale e sono troppe le reti perse o abbandonate in mare. La pesca in genere viene praticata con reti a strascico o con reti da “posta”; quella con reti da posta sicuramente è la più compatibile anche perché praticata in modo selettivo e più rispettosa per l’ambiente.

Rete a strascico persa - Trawl net abandoned - intotheblue.it
Rete a strascico persa – Trawl net abandoned – intotheblue.it

Tuttavia i pescatori per poter realizzare maggiori quantitativi di pesce tendono sempre più ad avvicinarsi alle scogliere sommerse, dove il pesce in genere trova rifugio e possibilità di riproduzione, ma cosi facendo spesso “afferrano” con le loro reti sia a strascico che da posta gli scogli e non riuscendo più a salparle sono costretti ad abbandonarle sul fondale. Le reti così perse però continuano a pescare per lungo tempo e gli animali ne rimangono intrappolati. Queste reti lunghe anche alcuni chilometri avvolgono interi tratti di scoglio con danni importanti. Ormai sono veramente troppe le reti perse in mare e sempre più spesso, noi subacquei, non riusciamo a trovare scogliere sommerse libere da questo inquinamento marino. Sarebbe necessario e urgente liberare i fondali marini dalle reti abbandonate.

Rete da posta persa - Fishing net abandoned - intotheblue.it
Rete da posta persa – Fishing net abandoned – intotheblue.it

Queste “reti fantasma” sono un vero problema per l’intero ecosistema marino perché sono spesso realizzate in nylon. Un materiale che non è biodegradabile; può solo essere riciclato a seguito di particolari trattamenti e quindi in mare crea un importante inquinamento. Inoltre a come già abbiamo detto continua la sua attività di pesca e quindi di uccisione degli animali marini per molti anni.

Rete da posta persa - Fishing net abandoned - intotheblue.it
Rete da posta persa – Fishing net abandoned – intotheblue.it

Il video mostra una rete da pesca che si trova sul fondo di una bellissima scogliera del Mar Mediterraneo sicuramente da molti anni e vi mostra le aragoste che vivono nei dintorni e che potrebbero avvicinarsi  e rimanere intrappolate. Negli ultimi anni sono state messe a punto reti da pesce realizzate in materiale biodegradabile che se abbandonate si degradano in due o tre anni, ma hanno un costo di produzione notevolmente più alto delle reti in nylon e la loro durata è minore per cui non vi è attualmente alcun interesse da parte dei pescatori di provvedere al loro acquisto. E’ necessario allora un intervento delle autorità al fine di incentivarne l’acquisto con opportune agevolazioni e contemporaneamente proibire la vendita di reti realizzate in materiale non biodegradabile.

This slideshow requires JavaScript.

 

(Visited 52 times, 1 visits today)

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

%d bloggers like this: